Shares
02:09:20
21 Feb

LAVORI IN CORSO AL CASTELLO E ALLA TORRE CAMPANARIA DI BEDIZZOLE

Gen 25, 2018

L’assessore Piardi ha illustrato gli interventi

E’ uno dei luoghi simbolo del paese, un posto nel quale la gente di qua prima o poi è passata per una visita. I volti d’entrata sono antichi e anche la torre campanaria ha un bel numero di anni. A fianco a sinistra, prima dell’ingresso, c’è una porta entro la quale si svela una stanza e un ripostiglio da cui parte un tragitto nascosto che sbuca a Macesina.

Era usato durante la resistenza per sfuggire a eventuali attentati dei nazifascisti, perché il castello allora era anche la casa di don Riccardo Vecchia, un prete democratico che rischiò più volte la vita per salvare o nascondere persone sospette. E’ del castello che parliamo, situato in centro al paese, a due passi dalla piazza XXV aprile.

Ora la torre e l’antico maniera sono oggetto di lavori di ristrutturazione. L’intervento complessivo previsto dal comune comporta un esborso di 500 mila euro suddiviso in tre lotti, il primo dei quali è già stato finanziato per la cifra di 200 mila euro.

I denari, come ha spiegato l’assessore Piardi, saranno utilizzati per il rifacimento dei sottoservizi e l’impiantistica. Sarà rifatta la pavimentazione prestando attenzione alle problematiche delle persone con disabilità motorie, che saranno facilitate nell’accesso.

La soprintendenza ha dato il suo benestare e quindi i lavori possono ora iniziare per concludersi, almeno a riguardo del primo lotto, entro la fine di quest’anno. Per quel che concerne il secondo, sarà anch’esso reso concreto nel 2018 mentre per il terzo bisognerà aspettare un po’ di tempo.

Gli interventi in castello continueranno con un cantiere alla torre dove le celle campanarie erano già state oggetto di lavoro conservativo perché esisteva il rischio di caduta delle campane.

Tra l’altro, sulle campane sta sorgendo un movimento di opinione teso a mitizzare l’impatto acustico del suono, molto pesante per chi abita nei paraggi. E’ in corso anche una raccolta di firme da presentare agli organismi preposti.

Ora comunque la torre sarà restaurata con lavori da 130 mila euro posti in atto per consolidare in via definitiva l’edificio. Una parte dei fondi, 50 mila euro, sono stati messi a disposizione da una persona che grazie a una apposita normativa, li ha donati al paese. L’obiettivo dei lavori è restaurare il castello ma anche bonificarlo dal degrado.

Lascia un Commento

Articoli più cliccati della categoria