Shares
02:16:07
21 Feb

DESENZANO: CON LA TOMOSINTESI E’ PIU’ FACILE SCOPRIRE IL TUMORE AL SENO

Gen 25, 2018

La apparecchiatura è in dotazione all’ospedale Montecroce

Una novità di grande rilievo sociale si manifesta a Desenzano del Garda. L’ospedale Montecroce infatti migliora la possibilità di cura grazie a una macchina donata dalla associazione nazionale “Andos Onlus” di donne operate di tumore al seno. L’apparecchiatura è una tomosintesi, che ha un valore di circa 60 mila euro, installata a Radiologia dove potrà essere utilizzata insieme al mammografo digitale. L’utilizzo di questa doppia possibilità diagnostica consente di riconoscere lesioni di piccole o piccolissime dimensioni, altrimenti non facilmente rilevabili. Quindi migliora di parecchio la capacità della diagnosi precoce sul carcinoma mammario. Grazie alla apparecchiatura, si completa il percorso diagnostico all’interno del nosocomio, che viaggia all’avanguardia ed è in grado di evidenziare un 30 per cento in più di tumori allo stadio precoce. Questo determina un minor ricorso alla chirurgia invasiva e assicura una migliore qualità della vita alle donne operate di tumore al seno. La tomosintesi, in buona sostanza, rappresenta l’evoluzione tecnologica della mammografia digitale e quindi l’ospedale consolida il suo ruolo di riferimento settoriale visto che ogni anno al Montecroce sono praticati circa 400 interventi di chirurgia mammaria, di cui un terzo per patologia maligna. Altra notizia di rilevante carattere sociale proviene invece dalla amministrazione comunale che continua a sostenere le famiglie in maggiore stato di difficoltà. Fino a fine mese sarà possibile fare domanda per richiedere contributi pubblici a parziale rimborso delle spese per il pagamento delle utenze domestiche. Il bando, che si può trovare al sito web del comune, è rivolto a cittadini residenti fino ai 65 anni di età e con un reddito Isee del 2017 non superiore ai 10 mila e 650 euro. Le domande saranno accolte fino a esaurimento del budget disponibile, di 54 mila euro. L’amministrazione si riserva di stanziare una cifra ulteriore nel caso quella attuale non dovesse essere sufficiente a soddisfare le domande. Il contributo potrà variare da un minimo di 165 a un massimo di 230 euro. Le domande vanno presentate dal lunedì al venerdì al centro sociale di via Castello dalle ore 9 alle 12,30.

Lascia un Commento

Articoli più cliccati della categoria