Filo diretto con gli ascoltatori di TempoRadio http://www.ilgazzettinonuovo.it/ it-IT Copyright radar srl TempoRadio TempoRadio no Castiglione delle Stiviere, montichiari, Guidizzolo, lonato del garda, Carpenedolo, Castel Goffredo, Cavriana, Pozzolengo, casaloldo, casalmoro, calcinato, Solferino, goito, Ceresara, volta mantovana, Medole, monzambano, Mantova, Brescia, politica, News Da lunedì a venerdì' dalle 10 alle 11 gli amministratori pubblici del territorio di Mantova, Brescia, Regione Lombardia sono ospiti a "Filo diretto" con gli ascoltatori di TempoRadio. La trasmissione e anche in diretta streaming su www.ilgazzettinonuovo.it Da lunedì a venerdì' dalle 10 alle 11 gli amministratori pubblici del territorio di Mantova, Brescia, Regione Lombardia sono ospiti a "Filo diretto" con gli ascoltatori di TempoRadio. La trasmissione e anche in diretta streaming su www.ilgazzettinonuovo.it Temporadio amministrazione@temporadio.it MARCO BELPIETRO E GIORGIO MARITATI: ''DA IPECA NUOVO SERVIZIO DI FISIOTERAPIA'' Il neurochirurgo ed il fisioterapista dei Poliambulatori Ipeca di Castiglione a TermpoRadio Parte da oggi il servizio di fisioterapia, presso il Poliambulatorio Ipeca, di Castiglione delle Stiviere, una prestazione di estrema importanza, molto spesso richesta dai pazienti, come spiega il dottor Belpietro, neurochirurgo. Il dottor Giorgio Maritati infatti, entra a far parte della struttura castiglionese, che allarga, in questo modo, l'offerta per i tanti pazienti che vi si rivolgono. ''E' una disciplina fondamentale per evitare di intervenire chirurgicamente, come pure per riprendere la normale funzionalità dell'organismo, dopo un'operazione'' spiega il dottor Marco Belpietro, sottolineando come l'intervento in sala operatoria, costituisce sempre l'estrema ratio, che i medici decidono di adottare, solo quando altri metodi non hanno funzionato. Allo stesso modo, la fisioterapia, oltre a restituire le normali funzionalità, può, tramite particolari pratiche, lenire i dolori conseguenti ad un intervento. Presso la struttura aloisiana inoltre, il dottor Maritati potrà avvalersi di tecnologia di ultima generazione, di valore superiore a quella, ormai considerata tradizionale. Nel corso della trasmissione, il dottor Maritati ed il dottor Belpietro rispondono alle tante domande degli ascoltatori, dando prova di come il poliambulatorio Ipeca, possa dare risposta alle tante necessità dei cittadini che vogliono reuperare la propria salute. Il neurochirurgo ed il fisioterapista dei Poliambulatori Ipeca di Castiglione a TermpoRadio Parte da oggi il servizio di fisioterapia, presso il Poliambulatorio Ipeca, di Castiglione delle Stiviere, una prestazione di estrema importanza, molto spesso richesta dai pazienti, come spiega il dottor Belpietro, neurochirurgo. Il dottor Giorgio Maritati infatti, entra a far parte della struttura castiglionese, che allarga, in questo modo, l'offerta per i tanti pazienti che vi si rivolgono. ''E' una disciplina fondamentale per evitare di intervenire chirurgicamente, come pure per riprendere la normale funzionalità dell'organismo, dopo un'operazione'' spiega il dottor Marco Belpietro, sottolineando come l'intervento in sala operatoria, costituisce sempre l'estrema ratio, che i medici decidono di adottare, solo quando altri metodi non hanno funzionato. Allo stesso modo, la fisioterapia, oltre a restituire le normali funzionalità, può, tramite particolari pratiche, lenire i dolori conseguenti ad un intervento. Presso la struttura aloisiana inoltre, il dottor Maritati potrà avvalersi di tecnologia di ultima generazione, di valore superiore a quella, ormai considerata tradizionale. Nel corso della trasmissione, il dottor Maritati ed il dottor Belpietro rispondono alle tante domande degli ascoltatori, dando prova di come il poliambulatorio Ipeca, possa dare risposta alle tante necessità dei cittadini che vogliono reuperare la propria salute. https://s3-eu-west-1.amazonaws.com/temporadio/filo+diretto/2017+SETTEMBRE/2509Belpietro.mp3 no Mon, 25 Sep 2017 14:56:57 +0200 MONSIGNOR GAETANO FONTANA ''DIO E' AMORE E L'UNICA COSA CHE VUOLE E' CHE STIAMO CON LUI'' L'abate di Montichiari ospite da TempoRadio ''Quando riflettiamo sull'amore di Dio, non riusciamo, come esseri umani, a non pensare in maniera matematica, come se al nostro comportamento, dovesse corrispondere un'adeguata ricompensa. In realtà, l'unica cosa che al Signore interessa, è che stiamo con Lui''. Monsignor Gaetanto Fontana, abate di Montichiari, esordisce rispondendo ad un ascoltatore, che lo interroga sulle letture della scorsa domenica, spiegando come il modo di pensare nostro, differisca drasticamente dai disegni divini. ''Come quando Dio cerca Adamo ed Eva, che si sono nascosti. Li chiama e fa in modo di trovarli, perchè desidera che stiano con Lui. Allo stesso modo, è sempre pronto ad accoglierci, qualsiasi sia il nostro impegno. Non dobbiamo pensare che dobbiamo comportarci bene, per avere accesso al paradiso ma piuttosto, per avere l'opportunità di vivere una vita in maniera cristiana, ottimale, di avere un cuore buono. Non a caso il cardinal Martini, soleva dire che, ''anche non ci fosse stato nulla dopo la morte, sarebbe stato felice di essere stato cristiano e avere così dato un senso alla vita'' dice il monsignore che, rispondendo agli ascoltatori, parla anche della Comunione, data anche alle persone separate, spiegando che per la Chiesa, il peccato consiste nella convivenza, non nell'essere separati. ''Un uomo ed una donna che decidano liberamente di vivere assieme, fanno qualcosa che la Chiesa prevede solo con un sacramento''. L'abate di Montichiari ospite da TempoRadio ''Quando riflettiamo sull'amore di Dio, non riusciamo, come esseri umani, a non pensare in maniera matematica, come se al nostro comportamento, dovesse corrispondere un'adeguata ricompensa. In realtà, l'unica cosa che al Signore interessa, è che stiamo con Lui''. Monsignor Gaetanto Fontana, abate di Montichiari, esordisce rispondendo ad un ascoltatore, che lo interroga sulle letture della scorsa domenica, spiegando come il modo di pensare nostro, differisca drasticamente dai disegni divini. ''Come quando Dio cerca Adamo ed Eva, che si sono nascosti. Li chiama e fa in modo di trovarli, perchè desidera che stiano con Lui. Allo stesso modo, è sempre pronto ad accoglierci, qualsiasi sia il nostro impegno. Non dobbiamo pensare che dobbiamo comportarci bene, per avere accesso al paradiso ma piuttosto, per avere l'opportunità di vivere una vita in maniera cristiana, ottimale, di avere un cuore buono. Non a caso il cardinal Martini, soleva dire che, ''anche non ci fosse stato nulla dopo la morte, sarebbe stato felice di essere stato cristiano e avere così dato un senso alla vita'' dice il monsignore che, rispondendo agli ascoltatori, parla anche della Comunione, data anche alle persone separate, spiegando che per la Chiesa, il peccato consiste nella convivenza, non nell'essere separati. ''Un uomo ed una donna che decidano liberamente di vivere assieme, fanno qualcosa che la Chiesa prevede solo con un sacramento''. https://s3-eu-west-1.amazonaws.com/temporadio/filo+diretto/2017+SETTEMBRE/2509Fontana.mp3 no Mon, 25 Sep 2017 14:56:44 +0200 GIORGIO CAPPA E MARISA FORONI: ''GRANDE L'IMPEGNO DEL COMUNE PER SCUOLA E DIRITTO ALLO STUDIO'' Il sindaco e l'assessore di Monzambano ai microfoni di TempoRadio Dopo avere espresso la propria soddisfazione per il successo di pubblico ottenuto dalla Festa dell'Uva e ringraziato i tanti partecipanti ed animatori, il sindaco di Monzambano, Giorgio Cappa, esordisce parlando delle numerose opere pubbliche che si sono fatte, si stanno compiendo o si realizzeranno presto. Parla delle scuole, il primo lotto dei lavori è stato ultimato, il secondo sarà cominciato a breve, parla delle verifiche statiche sugli edifici, in particolare dal punto di vista sismico. Assieme all'assessore Lorena Foroni racconta di altri interventi fatti negli edifici e ne annuncia di nuovi. ''Il Comune esprime un grandissimo impegno per quanto riguarda il contributo fornito alle famiglie, per il trasporto scolastico, ''basti pensare che paghiamo centomila euro, su centrotrentamila di costo'' dice Giorgio Cappa, aggiungendo che anche per quanto riguarda la mensa, l'amministrazione cerca di aiutare le famiglie meno abbienti. L'assessore Lorena Foroni parla quindi di varie iniziative culturali e dell'Università della Cultura, attività iniziata da anni e portata avanti, in collaborazione con Volta Mantovana, che arricchisce la propria offerta sempre più, mettendo a disposizione corsi sempre più vari. Anche Monzambano partecipa al progetto che prevede che le famiglie ospitino alcuni ragazzi provenienti da altre zone, che potranno socializzare e confrontarsi coi giovani del paese, che a loro volta, in un altro momento, potranno essere ospitati in altre città. Il sindaco e l'assessore di Monzambano ai microfoni di TempoRadio Dopo avere espresso la propria soddisfazione per il successo di pubblico ottenuto dalla Festa dell'Uva e ringraziato i tanti partecipanti ed animatori, il sindaco di Monzambano, Giorgio Cappa, esordisce parlando delle numerose opere pubbliche che si sono fatte, si stanno compiendo o si realizzeranno presto. Parla delle scuole, il primo lotto dei lavori è stato ultimato, il secondo sarà cominciato a breve, parla delle verifiche statiche sugli edifici, in particolare dal punto di vista sismico. Assieme all'assessore Lorena Foroni racconta di altri interventi fatti negli edifici e ne annuncia di nuovi. ''Il Comune esprime un grandissimo impegno per quanto riguarda il contributo fornito alle famiglie, per il trasporto scolastico, ''basti pensare che paghiamo centomila euro, su centrotrentamila di costo'' dice Giorgio Cappa, aggiungendo che anche per quanto riguarda la mensa, l'amministrazione cerca di aiutare le famiglie meno abbienti. L'assessore Lorena Foroni parla quindi di varie iniziative culturali e dell'Università della Cultura, attività iniziata da anni e portata avanti, in collaborazione con Volta Mantovana, che arricchisce la propria offerta sempre più, mettendo a disposizione corsi sempre più vari. Anche Monzambano partecipa al progetto che prevede che le famiglie ospitino alcuni ragazzi provenienti da altre zone, che potranno socializzare e confrontarsi coi giovani del paese, che a loro volta, in un altro momento, potranno essere ospitati in altre città. https://s3-eu-west-1.amazonaws.com/temporadio/filo+diretto/2017+SETTEMBRE/2209Kappa.mp3 no Fri, 22 Sep 2017 14:57:50 +0200 MATTEO GUARDINI E LUCA CREMONESI: ''MIRRABLILIA, VI ASPETTIAMO A CAVRIANA!'' Il vicesindaco di Cavriana assieme a Luca Cremonesi dell'associazione PresentARTsì a TempoRadio Sarà preceduto da un vero e proprio pre festival, che si terrà venerdì 29 settembre, l'appuntamento che prende il nome di MirraBilia e che renderà Cavriana, una delle capitali dell'editoria, nei giorni 30 settembre e 1 ottobre prossimi. Ne parlano il vicesindaco Matteo Guardini e Luca Cremonesi, esponente dell'associazione culturale PresentARTsì, ponendo in evidenza come la piccola editoria in particolare, sarà protagonista. Dopo avere espresso la propria soddisfazione per Expovo, Matteo Guardini pone in evidenza il fatto che eventi come MirraBilia, sono in grado di portare nel paese collinare diversi visitatori, provenienti da altre parti d'Italia e che spesso si tratta di persone che, oltre a consumare nei locali presenti, spesso torna nuovamente. ''Sarà un prodotto appetibile per tutti'' dice quindi Luca Cremonesi, raccontando dei tanti appuntamenti che caratterizzano l'evento. Nel corso della trasmissione il vicesindaco elenca una lunga serie di interventi pubblici che riguardano la scuola, per la quale sono anche stati ordinati nuovi tablet; presto inoltre, arriveranno nuovi computer, afferma quindi, con soddisfazone di avere comunione di idee con la nuova direttrice. Parla quindi di opere pubbliche che riguardano piazze e strade. ''L'amministrazione sta studiando il sistema per rendere più razionale ed efficiente anche il trasporto disabili e quello scolastico'' dice quindi il vicesindaco, che spiega che si sta lavorando anche, per avere i requisiti necessari, stabiliti dalla Regione, per avere l'accesso gratuito ai nidi. Conclude l'appuntamento radiofonico, invitando tutti anche a Museum Party, evento organizzato dall'assessore Cirillo, che si terrà il 20 ottobre. Il vicesindaco di Cavriana assieme a Luca Cremonesi dell'associazione PresentARTsì a TempoRadio Sarà preceduto da un vero e proprio pre festival, che si terrà venerdì 29 settembre, l'appuntamento che prende il nome di MirraBilia e che renderà Cavriana, una delle capitali dell'editoria, nei giorni 30 settembre e 1 ottobre prossimi. Ne parlano il vicesindaco Matteo Guardini e Luca Cremonesi, esponente dell'associazione culturale PresentARTsì, ponendo in evidenza come la piccola editoria in particolare, sarà protagonista. Dopo avere espresso la propria soddisfazione per Expovo, Matteo Guardini pone in evidenza il fatto che eventi come MirraBilia, sono in grado di portare nel paese collinare diversi visitatori, provenienti da altre parti d'Italia e che spesso si tratta di persone che, oltre a consumare nei locali presenti, spesso torna nuovamente. ''Sarà un prodotto appetibile per tutti'' dice quindi Luca Cremonesi, raccontando dei tanti appuntamenti che caratterizzano l'evento. Nel corso della trasmissione il vicesindaco elenca una lunga serie di interventi pubblici che riguardano la scuola, per la quale sono anche stati ordinati nuovi tablet; presto inoltre, arriveranno nuovi computer, afferma quindi, con soddisfazone di avere comunione di idee con la nuova direttrice. Parla quindi di opere pubbliche che riguardano piazze e strade. ''L'amministrazione sta studiando il sistema per rendere più razionale ed efficiente anche il trasporto disabili e quello scolastico'' dice quindi il vicesindaco, che spiega che si sta lavorando anche, per avere i requisiti necessari, stabiliti dalla Regione, per avere l'accesso gratuito ai nidi. Conclude l'appuntamento radiofonico, invitando tutti anche a Museum Party, evento organizzato dall'assessore Cirillo, che si terrà il 20 ottobre. https://s3-eu-west-1.amazonaws.com/temporadio/filo+diretto/2017+SETTEMBRE/2209Guardini.mp3 no Fri, 22 Sep 2017 14:57:46 +0200 ETTORE PRANDINI ''CON L'ETICA VEGANA SI AFFAMANO POPOLAZIONI INTERE'' Il presidente di Coldiretti Lombardia e vicepresidente nazionale ospite a TempoRadio ''E' giusto che ognuno sia libero di scegliere come alimentarsi, ma occorre ricordare che alcune mode, come quella vegana, possono creare notevoli problemi''. Il presidente di Coldiretti Brescia, Coldiretti Lombardia e vicepresidente, della stessa associazione, a livello nazionale, Ettore Prandini, esordisce parlando della dieta vegana, che sta ottenendo sempre più seguaci, ponendo in evidenza come invece quella mediterranea, che è tra quelle che prevedono un consumo relativamente limitato di carne, ma che è la meglio bilanciata, garantisca alla popolazione italiana, una sorta di primato di salute e longevità. Racconta di un episodio che ha avuto protagonista un bambino, portato d'urgenza in ospedale, per gravi problemi di salute, secondo i medici causati proprio dalla scelta radicalmente vegana, dei genitori. ''La dieta senza carne è povera di vitamina B12, essenziale per i bambini'' dice Prandini, riferendo il parere di diversi esperti, per poi raccontare che i vegani spesso utilizzano, per alimentarsi, una particolare pianta, quella della Quinoa, consumata normalmente dalle popolazioni estremamente povere di Bolivia e Perù, perchè reperibile, un tempo, a basso costo. ''Il problema è che ora che va di moda essere vegani, in tutto il mondo ci sono persone che acquistano la quinoa, facendone schizzare alle stelle il prezzo, rendendolo proibitivo per le popolazioni di Bolivia e Perù, che sono ora alla fame'' aggiunge il presidente di Coldiretti Lombardia. 'Vogliamo che tutti, anche coloro che non se lo possono permettere, possano per almeno un giorno provare cosa vuol dire alimentarsi con materie di prima scelta, come quelle che derivano dall'agricoltura italiana'' dice quindi, invitando tutti al prosimo evento organizzato da Coldiretti, presso il castello Sforzesco di Milano, il 29, 30 settembre e 1 ottobre, durante il quale, al costo di soli cinque euro, si potranno provare varie primizie e prodotti delle campagne italiane. ''Stiamo modificando il ruolo dell'agricoltura'' dice concludendo il presidente Prandini, che ricorda come le aziende agricole sono le attività che per prime, tutelano l'integrità del territorio. Il presidente di Coldiretti Lombardia e vicepresidente nazionale ospite a TempoRadio ''E' giusto che ognuno sia libero di scegliere come alimentarsi, ma occorre ricordare che alcune mode, come quella vegana, possono creare notevoli problemi''. Il presidente di Coldiretti Brescia, Coldiretti Lombardia e vicepresidente, della stessa associazione, a livello nazionale, Ettore Prandini, esordisce parlando della dieta vegana, che sta ottenendo sempre più seguaci, ponendo in evidenza come invece quella mediterranea, che è tra quelle che prevedono un consumo relativamente limitato di carne, ma che è la meglio bilanciata, garantisca alla popolazione italiana, una sorta di primato di salute e longevità. Racconta di un episodio che ha avuto protagonista un bambino, portato d'urgenza in ospedale, per gravi problemi di salute, secondo i medici causati proprio dalla scelta radicalmente vegana, dei genitori. ''La dieta senza carne è povera di vitamina B12, essenziale per i bambini'' dice Prandini, riferendo il parere di diversi esperti, per poi raccontare che i vegani spesso utilizzano, per alimentarsi, una particolare pianta, quella della Quinoa, consumata normalmente dalle popolazioni estremamente povere di Bolivia e Perù, perchè reperibile, un tempo, a basso costo. ''Il problema è che ora che va di moda essere vegani, in tutto il mondo ci sono persone che acquistano la quinoa, facendone schizzare alle stelle il prezzo, rendendolo proibitivo per le popolazioni di Bolivia e Perù, che sono ora alla fame'' aggiunge il presidente di Coldiretti Lombardia. 'Vogliamo che tutti, anche coloro che non se lo possono permettere, possano per almeno un giorno provare cosa vuol dire alimentarsi con materie di prima scelta, come quelle che derivano dall'agricoltura italiana'' dice quindi, invitando tutti al prosimo evento organizzato da Coldiretti, presso il castello Sforzesco di Milano, il 29, 30 settembre e 1 ottobre, durante il quale, al costo di soli cinque euro, si potranno provare varie primizie e prodotti delle campagne italiane. ''Stiamo modificando il ruolo dell'agricoltura'' dice concludendo il presidente Prandini, che ricorda come le aziende agricole sono le attività che per prime, tutelano l'integrità del territorio. https://s3-eu-west-1.amazonaws.com/temporadio/filo+diretto/2017+SETTEMBRE/2109prandini.mp3 no Thu, 21 Sep 2017 14:54:16 +0200 FRANCESCO ARCARO ''IL FUTURO DELLA RACCOLTA RIFIUTI? PRODURNE DI MENO'' Il direttore di CBBO ospite a TempoRadio ''Il futuro della raccolta rifiuti? Produrne di meno!'' Non è una battuta quella del direttore di CBBO, acronimo che riassume la dicitura di Comuni della Bassa Bresciana Orientale, azienda partecipata che si occupa appunto, di raccolta e smaltimento della spazzatura, quando parla di ambiente e di futuro. ''Possiamo cominciare noi stessi, scegliendo, quando andiamo a far la spesa, prodotti che siano confezionati in maniera intelligente, senza esagerare nei materiali da eliminare'' spiega poi, invitando a produrre meno scarti, già quando si acquista. Nel corso della trasmissione confronta i vari tipi di raccolta, dal vecchio sistema a cassonetto, a quello misto, fino alla raccolta  porta a porta, che al momento, è il modo migliore, per garantire una differenziazione massima, che ormai supera il settanta per cento. ''L'utilizzo ed il riuso dei materiali, ci permette di compensare i maggiori costi di raccolta e smaltimento e di non alzare le bollette'' dice quindi il direttore, che parla anche di una vera educazione, ormai necessaria, perché si prenda coscienza del fatto che i propri ''resti di vita' vanno a influenzare la vita di tutti. Spesso ciò che scartiamo, può vivere una seconda vita. La plastica, il vetro, altri materiali, sono nuovamente utilizzabili. Gli oggetti spesso possono essere utili ad altre persone. Nel corso della trasmissione, risponde agli ascoltatori, e annuncia l'arrivo dell'azienda anche a Remedello. A tale proposito, invita tutti all'ultimo dei tanti momenti di confronto coi cittadini, che si terrà il 21 settembre. Il direttore di CBBO ospite a TempoRadio ''Il futuro della raccolta rifiuti? Produrne di meno!'' Non è una battuta quella del direttore di CBBO, acronimo che riassume la dicitura di Comuni della Bassa Bresciana Orientale, azienda partecipata che si occupa appunto, di raccolta e smaltimento della spazzatura, quando parla di ambiente e di futuro. ''Possiamo cominciare noi stessi, scegliendo, quando andiamo a far la spesa, prodotti che siano confezionati in maniera intelligente, senza esagerare nei materiali da eliminare'' spiega poi, invitando a produrre meno scarti, già quando si acquista. Nel corso della trasmissione confronta i vari tipi di raccolta, dal vecchio sistema a cassonetto, a quello misto, fino alla raccolta  porta a porta, che al momento, è il modo migliore, per garantire una differenziazione massima, che ormai supera il settanta per cento. ''L'utilizzo ed il riuso dei materiali, ci permette di compensare i maggiori costi di raccolta e smaltimento e di non alzare le bollette'' dice quindi il direttore, che parla anche di una vera educazione, ormai necessaria, perché si prenda coscienza del fatto che i propri ''resti di vita' vanno a influenzare la vita di tutti. Spesso ciò che scartiamo, può vivere una seconda vita. La plastica, il vetro, altri materiali, sono nuovamente utilizzabili. Gli oggetti spesso possono essere utili ad altre persone. Nel corso della trasmissione, risponde agli ascoltatori, e annuncia l'arrivo dell'azienda anche a Remedello. A tale proposito, invita tutti all'ultimo dei tanti momenti di confronto coi cittadini, che si terrà il 21 settembre. https://s3-eu-west-1.amazonaws.com/temporadio/filo+diretto/2017+SETTEMBRE/2009Stuani.mp3 no Wed, 20 Sep 2017 14:45:42 +0200 GUIDO STUANI ''AGRICOLTURA ED AZIENDE ALIMENTARI CASTIGLIONESI, ANDREBBERO FAVORITE E TUTELATE'' L'ex sindaco di Castiglione delle Stiviere ospite a TempoRadio ''E' indubbiamente troppo presto per giudicare l'operato della nuova giunta. Per farlo, dobbiamo attendere il Bilancio. Allora conosceremo quanto è stato fatto e soprattutto, quali progetti saranno stati messi in cantiere''. Guido Stuani, ex sindaco di Castiglione delle Stiviere e imprenditore in piena attività, suggerisce di attendere, prima di emettere giudizi riguardo l'operato della nuova maggioranza anche se si dice in pieno accordo, con alcune ''piccole azioni'' già fatte, come spingere i residenti dei Cinque Continenti a collaborare nella pulizia delle loro palazzine. ''Credo che le aziende alimentari che abbiamo, i cui prodotti sono noti nel mondo, dovrebbero essere aiutate e protette. Sarebbe però importante che l'agricoltura locale, si impegnasse per fornire a queste realtà industriali, le materie prime, da poter lavorare, per creare qualcosa di tipico'' dice quindi l'ex sindaco, sottolineando che, creare un distretto alimentare, come proposto da Pd e dal Gruppo Agire, sarebbe certamente utile, se però Castiglione e l'Alto Mantovano lavorassero per avere davvero qualcosa di tipico e locale, che potesse rappresentare il territorio. L'ex sindaco di Castiglione delle Stiviere ospite a TempoRadio ''E' indubbiamente troppo presto per giudicare l'operato della nuova giunta. Per farlo, dobbiamo attendere il Bilancio. Allora conosceremo quanto è stato fatto e soprattutto, quali progetti saranno stati messi in cantiere''. Guido Stuani, ex sindaco di Castiglione delle Stiviere e imprenditore in piena attività, suggerisce di attendere, prima di emettere giudizi riguardo l'operato della nuova maggioranza anche se si dice in pieno accordo, con alcune ''piccole azioni'' già fatte, come spingere i residenti dei Cinque Continenti a collaborare nella pulizia delle loro palazzine. ''Credo che le aziende alimentari che abbiamo, i cui prodotti sono noti nel mondo, dovrebbero essere aiutate e protette. Sarebbe però importante che l'agricoltura locale, si impegnasse per fornire a queste realtà industriali, le materie prime, da poter lavorare, per creare qualcosa di tipico'' dice quindi l'ex sindaco, sottolineando che, creare un distretto alimentare, come proposto da Pd e dal Gruppo Agire, sarebbe certamente utile, se però Castiglione e l'Alto Mantovano lavorassero per avere davvero qualcosa di tipico e locale, che potesse rappresentare il territorio. https://s3-eu-west-1.amazonaws.com/temporadio/filo+diretto/2017+SETTEMBRE/2009Stuani.mp3 no Wed, 20 Sep 2017 14:45:33 +0200 MARIO FRACCARO ''ANESTESISTA RIANIMATORE E IMPORTANTI NOVITA' PER IL NOSTRO OSPEDALE'' Il sindaco di Montichiari ospite a TempoRadio Lo scorso fine settimana, abbiamo inaugurato gli ultimi padiglioni del nostro ospedale, che ora ha anche Ortopedia, Chirurgia, Nefrologia, Geriatria e un reparto per i pazienti subacuti. Presto arriverà anche la figura di un medico anestesista rianimatore, la cui  importantissima presenza, renderà il nostro nosocomio fondamentale per il territorio''. Il sindaco di Montichiari, Mario Fraccaro, racconta con notevole soddisfazione, i progressi compiuti per rendere il locale ospedale, sempre più completo e per dare un'idea più precisa, snocciola alcuni numeri che dimostrano quanto sia importante. Racconta di accordi, forse raggiunti, per quanto riguarda la possibilità, da parte del Comune, di eseguire interventi presso la struttura, la cui propietà, compreso il terreno circostante e quindi il parcheggio, è dell'Ats. Nel corso della trasmissione il primo cittadino parla della bellissima stagione teatrale, allestita dal vicesindaco, Basilio Rodella, capace di andare incontro ai gusti di tutti grazie agli appuntamenti di musica classica, lirica, operetta, prosa e in questo modo, di richiamare persone anche da altri Comuni. Racconta di come l'ex caserma Serini sia destinata, per volere del ministero competente, nonostante l'opposizione dell'amministrazione,  a diventare un Cpr, un centro per il rimpatrio, cosa che dovrebbe comunque tranquillizzare i cittadini, perchè coloro che saranno ospitati, non potranno uscire dai confini dell'area. Ancora non si sa quando tutto questo avverrà, perchè prima dovranno essere eseguiti diversi lavori. La giunta monteclarense è da sempre molto attenta al sociale, alle persone che vivono diversi tipi di difficoltà e proprio per questo, mentre lo scorso anno aveva dato notevoli contributi, alle famiglie meno abbienti, per poter abbassare la retta per l'asilo, quest'anno il nido sarà addirittura gratuito, per tutti coloro che sono al di sotto di un determinato reddito. Allo steso modo, anche per andare incontro a mamme e papà lavoratrici e lavoratori, l'amministrazione ha stretto un accordo, per quanto riguarda i centri di aggregazione giovanile, con le numerose parrocchie presenti, per poter offrire un servizio doposcuola adeguato. Il sindaco di Montichiari ospite a TempoRadio Lo scorso fine settimana, abbiamo inaugurato gli ultimi padiglioni del nostro ospedale, che ora ha anche Ortopedia, Chirurgia, Nefrologia, Geriatria e un reparto per i pazienti subacuti. Presto arriverà anche la figura di un medico anestesista rianimatore, la cui  importantissima presenza, renderà il nostro nosocomio fondamentale per il territorio''. Il sindaco di Montichiari, Mario Fraccaro, racconta con notevole soddisfazione, i progressi compiuti per rendere il locale ospedale, sempre più completo e per dare un'idea più precisa, snocciola alcuni numeri che dimostrano quanto sia importante. Racconta di accordi, forse raggiunti, per quanto riguarda la possibilità, da parte del Comune, di eseguire interventi presso la struttura, la cui propietà, compreso il terreno circostante e quindi il parcheggio, è dell'Ats. Nel corso della trasmissione il primo cittadino parla della bellissima stagione teatrale, allestita dal vicesindaco, Basilio Rodella, capace di andare incontro ai gusti di tutti grazie agli appuntamenti di musica classica, lirica, operetta, prosa e in questo modo, di richiamare persone anche da altri Comuni. Racconta di come l'ex caserma Serini sia destinata, per volere del ministero competente, nonostante l'opposizione dell'amministrazione,  a diventare un Cpr, un centro per il rimpatrio, cosa che dovrebbe comunque tranquillizzare i cittadini, perchè coloro che saranno ospitati, non potranno uscire dai confini dell'area. Ancora non si sa quando tutto questo avverrà, perchè prima dovranno essere eseguiti diversi lavori. La giunta monteclarense è da sempre molto attenta al sociale, alle persone che vivono diversi tipi di difficoltà e proprio per questo, mentre lo scorso anno aveva dato notevoli contributi, alle famiglie meno abbienti, per poter abbassare la retta per l'asilo, quest'anno il nido sarà addirittura gratuito, per tutti coloro che sono al di sotto di un determinato reddito. Allo steso modo, anche per andare incontro a mamme e papà lavoratrici e lavoratori, l'amministrazione ha stretto un accordo, per quanto riguarda i centri di aggregazione giovanile, con le numerose parrocchie presenti, per poter offrire un servizio doposcuola adeguato. https://s3-eu-west-1.amazonaws.com/temporadio/filo+diretto/2017+SETTEMBRE/1909Fraccaro.mp3 no Tue, 19 Sep 2017 14:34:03 +0200 STEFANO TRAMONTI ''SCUOLE, LAVORI INTERAMENTE FINANZIATI DAL COMUNE, PER FAR PAGARE MENO Il sindaco di Carpenedolo negli studi di TempoRadio ''Come quando ci si costruisce casa, allo stesso modo, le regole valgono anche per un Comune. Ho deciso di approfittare di un momento particolarmente favorevole, per far eseguire lavori, totalmente finanziati autonomamente, su alcuni edifici scolastici, per non dover pagare interessi e poter gravare di meno sui cittadini'' spiega Stefano Tramonti, sindaco di Carpenedolo, parlando di opere pubbliche. Dopo aver spiegato per quale motivo ancora alcuni cantieri siano aperti, dopo aver rassicurato i genitori, perchè ogni lavoro è eseguito garantendo la sicurezza degli alunni, parla delle lim, lavagne interattive, di cui tutte le aule sono state dotate. ''E' importantissimo che i ragazzi possano avere tali apparecchiature a disposizione. Va ricordato però, che le lim funzionano con la connessione internet ed è anche per questo, che in passato abbiamo fatto posizionare la fibra ottica'' dice il primo cittadino di Carpenedolo. ''Entro la fine di febbraio i lavori dovrebbero essere finiti'' afferma quindi, parlando di illuminazione pubblica. Il rinnovamento dei punti luce tra l'altro, è strettamente legato al nuovo impianto di videosorveglianza, dato che ne fornirà i supporti, come pure alla connessione tramite fibra ottica. Nel corso del programma, Stefano Tramonti risponde ai tanti ascoltatori e spiega come mai la piscina sia stata chiusa, assicurando che presto sarà riaperta al pubblico. Il sindaco di Carpenedolo negli studi di TempoRadio ''Come quando ci si costruisce casa, allo stesso modo, le regole valgono anche per un Comune. Ho deciso di approfittare di un momento particolarmente favorevole, per far eseguire lavori, totalmente finanziati autonomamente, su alcuni edifici scolastici, per non dover pagare interessi e poter gravare di meno sui cittadini'' spiega Stefano Tramonti, sindaco di Carpenedolo, parlando di opere pubbliche. Dopo aver spiegato per quale motivo ancora alcuni cantieri siano aperti, dopo aver rassicurato i genitori, perchè ogni lavoro è eseguito garantendo la sicurezza degli alunni, parla delle lim, lavagne interattive, di cui tutte le aule sono state dotate. ''E' importantissimo che i ragazzi possano avere tali apparecchiature a disposizione. Va ricordato però, che le lim funzionano con la connessione internet ed è anche per questo, che in passato abbiamo fatto posizionare la fibra ottica'' dice il primo cittadino di Carpenedolo. ''Entro la fine di febbraio i lavori dovrebbero essere finiti'' afferma quindi, parlando di illuminazione pubblica. Il rinnovamento dei punti luce tra l'altro, è strettamente legato al nuovo impianto di videosorveglianza, dato che ne fornirà i supporti, come pure alla connessione tramite fibra ottica. Nel corso del programma, Stefano Tramonti risponde ai tanti ascoltatori e spiega come mai la piscina sia stata chiusa, assicurando che presto sarà riaperta al pubblico. https://s3-eu-west-1.amazonaws.com/temporadio/filo+diretto/2017+SETTEMBRE/1809Tramonti.mp3 no Mon, 18 Sep 2017 15:08:21 +0200 MARIKA LEGATI ''AMBIENTE, NON SI PUO' LAVORARE SOLO IN EMERGENZA, SERVE PROGETTUALITA''' La prima cittadina di Calcinato negli studi di TempoRadio ''Non si può lavorare solamente in emergenza, quando si parla di ambiente. Occorre progettualità. Per questo assieme ad altri Comuni, coi quali stiamo facendo rete, stiamo operando per poter garantire alle future generazioni un territorio sano''. Marika Legati, sindaca di Calcinato, sostiene che occorra ormai agire di concerto con altre realtà vicine, per evitare nuove fonti di inquinamento, ma anche per poter restituire ai cittadini la salubrità dell'ambiente. Proprio per questo, il Comune ha provveduto alla bonifica di un terreno, dove fin dagli anni 50 erano stati sversati idrocarburi. Per questo, si deve provvedere all'educazione civica dei cittadini, far capire perchè la raccolta differenziata sia importante, visto che produce meno scarti da portare all'inceneritore. Parla dell'indice di pressione e dell'aggiornamento, con regole più stringenti, del provvedimento stesso, voluto dalla Regione. ''Anche in questo senso, stiamo lavorando per fare in modo che le tante cave dismesse, possano diventare bacini di raccolta idrica, per quando si verificano le bombe d'acqua, come pure per poter avere riserve destinate all'irrigazione, durante l'estate'' prosegue la prima cittadina. Nel corso della trasmissione, Marika Legati esordisce parlando delle tante volontarie, che durante il periodo di chiusura delle scuole, si sono prese cura dei bambini. ''I genitori che lavorano, durante i mesi estivi, non sanno a chi affidare i propri figli e il servizio di queste cittadine diventa più che mai importante'' dice per esortare poi anche gli uomini, che abbiano un poco di tempo a disposizione, perchè si dedichino anche loro alla comunità. Parla di attività sociali, della commissione Pari Opportunità, che si occupa di lottare e porre rimedio alle discriminazioni, chiunque sia la persona che le subisce ed invita a partecipare al convegno Reggere gli Urti della Vita che si terrà a Calcinato, durante questo mese. La prima cittadina di Calcinato negli studi di TempoRadio ''Non si può lavorare solamente in emergenza, quando si parla di ambiente. Occorre progettualità. Per questo assieme ad altri Comuni, coi quali stiamo facendo rete, stiamo operando per poter garantire alle future generazioni un territorio sano''. Marika Legati, sindaca di Calcinato, sostiene che occorra ormai agire di concerto con altre realtà vicine, per evitare nuove fonti di inquinamento, ma anche per poter restituire ai cittadini la salubrità dell'ambiente. Proprio per questo, il Comune ha provveduto alla bonifica di un terreno, dove fin dagli anni 50 erano stati sversati idrocarburi. Per questo, si deve provvedere all'educazione civica dei cittadini, far capire perchè la raccolta differenziata sia importante, visto che produce meno scarti da portare all'inceneritore. Parla dell'indice di pressione e dell'aggiornamento, con regole più stringenti, del provvedimento stesso, voluto dalla Regione. ''Anche in questo senso, stiamo lavorando per fare in modo che le tante cave dismesse, possano diventare bacini di raccolta idrica, per quando si verificano le bombe d'acqua, come pure per poter avere riserve destinate all'irrigazione, durante l'estate'' prosegue la prima cittadina. Nel corso della trasmissione, Marika Legati esordisce parlando delle tante volontarie, che durante il periodo di chiusura delle scuole, si sono prese cura dei bambini. ''I genitori che lavorano, durante i mesi estivi, non sanno a chi affidare i propri figli e il servizio di queste cittadine diventa più che mai importante'' dice per esortare poi anche gli uomini, che abbiano un poco di tempo a disposizione, perchè si dedichino anche loro alla comunità. Parla di attività sociali, della commissione Pari Opportunità, che si occupa di lottare e porre rimedio alle discriminazioni, chiunque sia la persona che le subisce ed invita a partecipare al convegno Reggere gli Urti della Vita che si terrà a Calcinato, durante questo mese. https://s3-eu-west-1.amazonaws.com/temporadio/filo+diretto/2017+SETTEMBRE/1809Legati.mp3 no Mon, 18 Sep 2017 15:08:01 +0200 BEN HUR TONDINI E VITTORIO BEATINI: ''CASA DI BENIAMINO, PRIMA SOLO CRITICHE ORA PER EXPOVO VA BENE!'' I due esponenti dell'opposizione cavrianese ospiti a TempoRadio ''Portiamo i più calorosi saluti e diciamo in bocca al lupo a don Dino, parroco di Cavriana, vogliamo che torni al più presto tra noi'' dicono Ben Hur Tondini e Vittorio Beatini, esponenti dell'opposizione del paese collinare, parlando del loro parroco, colpito da malore, mentre era in gita in Alto Adige. Dopo avere portato i saluti al religioso, in particolare dopo avere ricordato, con una certa commozione, tante delle cose da lui fatte, per la comunità, Tondini e Beatini, cominciano a raccontare di azioni non proprio limpide, compiute dalla maggioranza. Raccontano, ad esempio, di avere saputo, controllando il protocollo, delle dimissioni presentate il 5 del mese, dall'assessore Gaia d'Isola. ''Le norme dicono che entro dieci giorni, la giunta deve aver presentato una surroga. Ad oggi, ancora non si sa invece nulla'' dicono, per poi sottolineare anche come la maggioranza eviti sempre di informare dei provvedimenti, da prendere o già assunti. Raccontano quindi di aver scoperto, sempre controllando il protocollo, che il Prefetto di Mantova ha scritto al sindaco, esortandolo a rispettare le regole. '''Quando proponemmo di costruire il centro sportivo nelle vicinanze di Casa di Beniamino, ci attaccarono. Pareva volessimo portare i ragazzi in un luogo di perdizione. Don Mazzi ci avrebbe donato il terreno, dove già c'era una struttura.  Altre se ne sarebbero potute aggiungere col tempo, donando ai Cavrianesi un campo coperto. Pareva volessimo fare il male dei ragazzi'' dicono Ben Hur Tondini e Vittorio Beatini, ricordando che l'attuale magioranza, lasciando cadere il progetto, ha rinunciato ad un terreno, ora non più in regalo. Ha scelto invece di spostare il centro sportivo in zona Pieve, dove non si possono costruire strutture coperte e non ci sono posti per i pullman. ''In compenso, scopriamo che la nuova edizione di Expovo, si terrà proprio a Casa di Beniamino. Come mai non è più un luogo dove avvengono chissà quali cose brutte ma anzi, è diventato improvvisamente adatto alle manifestazioni?'' I due esponenti dell'opposizione cavrianese ospiti a TempoRadio ''Portiamo i più calorosi saluti e diciamo in bocca al lupo a don Dino, parroco di Cavriana, vogliamo che torni al più presto tra noi'' dicono Ben Hur Tondini e Vittorio Beatini, esponenti dell'opposizione del paese collinare, parlando del loro parroco, colpito da malore, mentre era in gita in Alto Adige. Dopo avere portato i saluti al religioso, in particolare dopo avere ricordato, con una certa commozione, tante delle cose da lui fatte, per la comunità, Tondini e Beatini, cominciano a raccontare di azioni non proprio limpide, compiute dalla maggioranza. Raccontano, ad esempio, di avere saputo, controllando il protocollo, delle dimissioni presentate il 5 del mese, dall'assessore Gaia d'Isola. ''Le norme dicono che entro dieci giorni, la giunta deve aver presentato una surroga. Ad oggi, ancora non si sa invece nulla'' dicono, per poi sottolineare anche come la maggioranza eviti sempre di informare dei provvedimenti, da prendere o già assunti. Raccontano quindi di aver scoperto, sempre controllando il protocollo, che il Prefetto di Mantova ha scritto al sindaco, esortandolo a rispettare le regole. '''Quando proponemmo di costruire il centro sportivo nelle vicinanze di Casa di Beniamino, ci attaccarono. Pareva volessimo portare i ragazzi in un luogo di perdizione. Don Mazzi ci avrebbe donato il terreno, dove già c'era una struttura.  Altre se ne sarebbero potute aggiungere col tempo, donando ai Cavrianesi un campo coperto. Pareva volessimo fare il male dei ragazzi'' dicono Ben Hur Tondini e Vittorio Beatini, ricordando che l'attuale magioranza, lasciando cadere il progetto, ha rinunciato ad un terreno, ora non più in regalo. Ha scelto invece di spostare il centro sportivo in zona Pieve, dove non si possono costruire strutture coperte e non ci sono posti per i pullman. ''In compenso, scopriamo che la nuova edizione di Expovo, si terrà proprio a Casa di Beniamino. Come mai non è più un luogo dove avvengono chissà quali cose brutte ma anzi, è diventato improvvisamente adatto alle manifestazioni?'' https://s3-eu-west-1.amazonaws.com/temporadio/filo+diretto/2017+SETTEMBRE/1509Tondini.mp3 no Fri, 15 Sep 2017 14:52:31 +0200 LUCIANO BERTAIOLA E MICHELE SARTORI: ''UNIONE VOLTA E MONZAMBANO, UNA SCELTA NON OBBLIGATA MA OTTIMA!'' Il sindaco e l'assessore di Volta Mantovana ai microfoni di TempoRadio ''Quella di unire i servizi di Volta Mantovana e Monzambano, non è stata una scelta obbligata, ma si è rivelata comunque, molto positiva. Ancora non possiamo parlare di un sentimento legato al territorio, ma pensiamo sia questione di tempo. Per il resto invece, stiamo risparmiando, grazie al fatto di avere un responsabile unico per diversi settori e stiamo unendo i punti di forza di entrambi i Comuni''. Questo, quanto riferisce il primo cittadino di Volta Mantovana, Luciano Bertaiola, parlando dell'accordo raggiunto tra i due paesi delle colline  moreniche. L'unione dei servizi, pur essendo ancora agli esordi, sta già producendo ottimi frutti.  Assieme all'assessore Michele Sartori, parla di importanti opere di consolidamento ed efficientamento, operate su alcuni istituti scolastici, di varie iniziative culturali, come corsi di inglese, matematica ed altro ancora. Sono molti gli eventi che hanno animato il paese collinare, durante l'estate, tanti i turisti che hanno potuto apprezzare le bellezze storiche ed artistiche. Ora, tornerà la sfilata di moda, nuova occasione per valorizzare i locali, il giardino, il parco di Palazzo Gonzaga, mentre il 4 e 5 novembre sarà nuovamente proposto l'evento che prende il nome di ''A Volta Per Star Bene''. L'assessore Sartori ne parla con entusiasmo, per poi concentrarsi anche su altri appuntamenti ed iniziative, importanti a livello sociale. Parla di aiuti pubblici ai nuovi genitori, di educazione dei giovani padri ed altro ancora. ''Quello che vogliamo è fare in modo che si torni a fare rete, a riscoprire il mutuo soccorso'' dice quindi, spiegando come varie situazioni, vissute come difficoltà, da parte dei giovani genitori, siano in realtà perfettamente superabili, grazie semplicemente all'esperienza di altre persone, che hanno già vissuto momenti simili. Il sindaco e l'assessore di Volta Mantovana ai microfoni di TempoRadio ''Quella di unire i servizi di Volta Mantovana e Monzambano, non è stata una scelta obbligata, ma si è rivelata comunque, molto positiva. Ancora non possiamo parlare di un sentimento legato al territorio, ma pensiamo sia questione di tempo. Per il resto invece, stiamo risparmiando, grazie al fatto di avere un responsabile unico per diversi settori e stiamo unendo i punti di forza di entrambi i Comuni''. Questo, quanto riferisce il primo cittadino di Volta Mantovana, Luciano Bertaiola, parlando dell'accordo raggiunto tra i due paesi delle colline  moreniche. L'unione dei servizi, pur essendo ancora agli esordi, sta già producendo ottimi frutti.  Assieme all'assessore Michele Sartori, parla di importanti opere di consolidamento ed efficientamento, operate su alcuni istituti scolastici, di varie iniziative culturali, come corsi di inglese, matematica ed altro ancora. Sono molti gli eventi che hanno animato il paese collinare, durante l'estate, tanti i turisti che hanno potuto apprezzare le bellezze storiche ed artistiche. Ora, tornerà la sfilata di moda, nuova occasione per valorizzare i locali, il giardino, il parco di Palazzo Gonzaga, mentre il 4 e 5 novembre sarà nuovamente proposto l'evento che prende il nome di ''A Volta Per Star Bene''. L'assessore Sartori ne parla con entusiasmo, per poi concentrarsi anche su altri appuntamenti ed iniziative, importanti a livello sociale. Parla di aiuti pubblici ai nuovi genitori, di educazione dei giovani padri ed altro ancora. ''Quello che vogliamo è fare in modo che si torni a fare rete, a riscoprire il mutuo soccorso'' dice quindi, spiegando come varie situazioni, vissute come difficoltà, da parte dei giovani genitori, siano in realtà perfettamente superabili, grazie semplicemente all'esperienza di altre persone, che hanno già vissuto momenti simili. https://s3-eu-west-1.amazonaws.com/temporadio/filo+diretto/2017+SETTEMBRE/1509Bertaiola.mp3 no Fri, 15 Sep 2017 14:52:17 +0200 UGHETTA GAIOZZI E LARA FEZZARDI ''VI ASPETTIAMO A MAZZANO PER L'INAUGURAZIONE DI ETIKA!'' La presidente della Cooperativa Olinda e la stilista castellana ospiti a TempoRadio Non sarà un semplice negozio, quello che la Cooperativa Olinda di Medole, la cooperativa Terranima e la stilista castellana, Lara Fezzardi, inaugureranno il 23 settembre, al centro commerciale di via Padana Superiore, a Mazzano. Lo spiega la presidente delle cooperativa, Ughetta Gaiozzi, raccontando come l'unione dei saperi dei sarti italiani e di quelli provenienti dai tanti Paesi, spesso interessati dal fenomeno della migrazione, abbia permesso di produrre qualcosa di unico, introvabile altrove. ''Quello che vogliamo creare è la libertà di espressione e di pensiero di ognuno'' dice Lara Fezzardi, stilista, spiegando come l'intenzione delle persone che hanno ideato l'iniziativa ed il punto vendita, che prende il nome di Etika, sia quella di valorizzare la peculiarità di ciascuno di noi. Abiti, vestiti, che diventano la rappresentazione esteriore di ciò che siamo, anziché divise, che tendono a rendere tutti uniformi, quindi uguali. Proseguono nel frattempo le tante attività della cooperativa Olinda di Medole, ricorda la presidente Gaiozzi, che parla di corsi di lingue, in particolare di italiano, per gli stranieri. La presidente della Cooperativa Olinda e la stilista castellana ospiti a TempoRadio Non sarà un semplice negozio, quello che la Cooperativa Olinda di Medole, la cooperativa Terranima e la stilista castellana, Lara Fezzardi, inaugureranno il 23 settembre, al centro commerciale di via Padana Superiore, a Mazzano. Lo spiega la presidente delle cooperativa, Ughetta Gaiozzi, raccontando come l'unione dei saperi dei sarti italiani e di quelli provenienti dai tanti Paesi, spesso interessati dal fenomeno della migrazione, abbia permesso di produrre qualcosa di unico, introvabile altrove. ''Quello che vogliamo creare è la libertà di espressione e di pensiero di ognuno'' dice Lara Fezzardi, stilista, spiegando come l'intenzione delle persone che hanno ideato l'iniziativa ed il punto vendita, che prende il nome di Etika, sia quella di valorizzare la peculiarità di ciascuno di noi. Abiti, vestiti, che diventano la rappresentazione esteriore di ciò che siamo, anziché divise, che tendono a rendere tutti uniformi, quindi uguali. Proseguono nel frattempo le tante attività della cooperativa Olinda di Medole, ricorda la presidente Gaiozzi, che parla di corsi di lingue, in particolare di italiano, per gli stranieri. https://s3-eu-west-1.amazonaws.com/temporadio/filo+diretto/2017+SETTEMBRE/1409Olinda.mp3 no Thu, 14 Sep 2017 14:54:26 +0200 PAOLO BELLINI ''IMPEDIRE DI CANTARE NON E' DITTATURA?'' Nuova puntata della rubrica Tocca a Noi sulle frequenze di TempoRadio ''L'associazione Partigiani di Trezzano sul Naviglio impedisce a Povia di cantare in una parrocchia. Nonostante il parere espresso in un referendum, da parte dei cittadini, si introduce il privato, nella gestione dell'acqua. Il presidente del Senato Grasso, ha posticipato la ricezione delle dimissioni di un senatore, perché in questo modo avrebbe raggiunto il minimo necessario, per percepire il vitalizio. Ora chiedo allora, chi è il dittatore?'' Non risparmia critiche Paolo Bellini, commentando diversi episodi, apparentemente slegati tra loro, che provano invece, secondo lui, quale tipo di momento stiamo vivendo, durante il quale assistiamo alle azioni di una sorta di casta, capace di imporre norme e di non rispettare il volere della popolazione. ''Si può parlare di ripresa solo quando, per almeno sei mesi, si assiste ad un dato costantemente positivo. In caso contrario, possiamo parlare solo di momenti. Indubbiamente la crisi sta passando, anche se il nostro Paese è in ritardo rispetto a tutti i partner europei. Curioso pubblicare dati sul lavoro positivi, proprio alla fine del periodo estivo, vale a dire quel momento durante il quale, tantissimi giovani trovano temporanea occupazione. Comunque è provato che l'Italia, con tutta la sua costa, con le bellezze naturali, storiche ed artistiche, sia uno Stato a vocazione turistica. Noi in tempi non sospetti proponemmo di detassare, di favorire il turismo e le attività correlate, grazie ad azioni di taglio delle tasse'' prosegue Paolo Bellini, ricordando come ancora anni fa, propose che tutti gli Italiani che avessero trascorso le vacanze in patria, avrebbero dovuto poter detrarre le spese dalla dichiarazione dei redditi. ''Il turismo crea un indotto immenso, più grande di quanto possiamo immaginare'' prosegue prima di affrontare anche il tema delle migrazioni, sostenendo che, probabilmente, i complimenti del resto d'Europa non arrivino per una voglia improvvisa di essere sinceri ma piuttosto per la paura. ''Probabilmente si sono accorti che ormai siamo con l'acqua alla gola, che non siamo più in grado di farcela e allora agiscono''.PER CHI SUONA LA CAMPANA??? PER PIETRO GRASSO, PER IL MINISTRO DEGLI INTERNI E PER LE BANCHE, PER MATTEO SALVINI E LUIGI DI MAIO E PER IL GOVERNATORE DEL VENETO ZAIA. Nuova puntata della rubrica Tocca a Noi sulle frequenze di TempoRadio ''L'associazione Partigiani di Trezzano sul Naviglio impedisce a Povia di cantare in una parrocchia. Nonostante il parere espresso in un referendum, da parte dei cittadini, si introduce il privato, nella gestione dell'acqua. Il presidente del Senato Grasso, ha posticipato la ricezione delle dimissioni di un senatore, perché in questo modo avrebbe raggiunto il minimo necessario, per percepire il vitalizio. Ora chiedo allora, chi è il dittatore?'' Non risparmia critiche Paolo Bellini, commentando diversi episodi, apparentemente slegati tra loro, che provano invece, secondo lui, quale tipo di momento stiamo vivendo, durante il quale assistiamo alle azioni di una sorta di casta, capace di imporre norme e di non rispettare il volere della popolazione. ''Si può parlare di ripresa solo quando, per almeno sei mesi, si assiste ad un dato costantemente positivo. In caso contrario, possiamo parlare solo di momenti. Indubbiamente la crisi sta passando, anche se il nostro Paese è in ritardo rispetto a tutti i partner europei. Curioso pubblicare dati sul lavoro positivi, proprio alla fine del periodo estivo, vale a dire quel momento durante il quale, tantissimi giovani trovano temporanea occupazione. Comunque è provato che l'Italia, con tutta la sua costa, con le bellezze naturali, storiche ed artistiche, sia uno Stato a vocazione turistica. Noi in tempi non sospetti proponemmo di detassare, di favorire il turismo e le attività correlate, grazie ad azioni di taglio delle tasse'' prosegue Paolo Bellini, ricordando come ancora anni fa, propose che tutti gli Italiani che avessero trascorso le vacanze in patria, avrebbero dovuto poter detrarre le spese dalla dichiarazione dei redditi. ''Il turismo crea un indotto immenso, più grande di quanto possiamo immaginare'' prosegue prima di affrontare anche il tema delle migrazioni, sostenendo che, probabilmente, i complimenti del resto d'Europa non arrivino per una voglia improvvisa di essere sinceri ma piuttosto per la paura. ''Probabilmente si sono accorti che ormai siamo con l'acqua alla gola, che non siamo più in grado di farcela e allora agiscono''.PER CHI SUONA LA CAMPANA??? PER PIETRO GRASSO, PER IL MINISTRO DEGLI INTERNI E PER LE BANCHE, PER MATTEO SALVINI E LUIGI DI MAIO E PER IL GOVERNATORE DEL VENETO ZAIA. https://s3-eu-west-1.amazonaws.com/temporadio/filo+diretto/2017+SETTEMBRE/1409Tocca.mp3 no Thu, 14 Sep 2017 14:54:24 +0200 PAOLO BELLINI: ''ANCHE POZZOLENGO CHIEDE CHE L'ACQUA SIA LASCIATA TOTALMENTE PUBBLICA'' Il sindaco di Pozzolengo negli studi di TempoRadio ''Anche Pozzolengo aderisce al comitato per l'acqua pubblica. Vogliamo far comprendere ai vertici della Provincia di Brescia, dopo le recenti riforme, che hanno di fatto ignorato, il risultato di un referendum popolare, che la nostra volontà è che l'acqua resti in mano ad un gestore completamente pubblico. Non intendiamo accontentarci di un cinquantuno per cento”. E' pronto a lanciare la proposta di una nuova consultazione popolare, il sindaco di Pozzolengo, Paolo Bellini, parlando della gestione idrica, riferendo che la giunta che presiede, ha aderito al gruppo di Comuni contrari all'ingresso dei privati in quella che è l'amministrazione di un bene primario. Nel corso della trasmissione, parla del consiglio comunale, durante il quale si è parlato di variazione di bilancio e dell'inaugurazione del nuovo centro risorse sociali e dell'intitolazione di una piazza a Pietro Pederzoli, personaggio illustre, nato e cresciuto a Pozzolengo e fondatore di una prestigiosa clinica, come quella di Peschiera del Garda. Il sindaco di Pozzolengo negli studi di TempoRadio ''Anche Pozzolengo aderisce al comitato per l'acqua pubblica. Vogliamo far comprendere ai vertici della Provincia di Brescia, dopo le recenti riforme, che hanno di fatto ignorato, il risultato di un referendum popolare, che la nostra volontà è che l'acqua resti in mano ad un gestore completamente pubblico. Non intendiamo accontentarci di un cinquantuno per cento”. E' pronto a lanciare la proposta di una nuova consultazione popolare, il sindaco di Pozzolengo, Paolo Bellini, parlando della gestione idrica, riferendo che la giunta che presiede, ha aderito al gruppo di Comuni contrari all'ingresso dei privati in quella che è l'amministrazione di un bene primario. Nel corso della trasmissione, parla del consiglio comunale, durante il quale si è parlato di variazione di bilancio e dell'inaugurazione del nuovo centro risorse sociali e dell'intitolazione di una piazza a Pietro Pederzoli, personaggio illustre, nato e cresciuto a Pozzolengo e fondatore di una prestigiosa clinica, come quella di Peschiera del Garda. https://s3-eu-west-1.amazonaws.com/temporadio/filo+diretto/2017+SETTEMBRE/1409Bellini.mp3 no Thu, 14 Sep 2017 14:54:22 +0200 DONNA PER DONNA: ''IL 6, 7, 8 OTTOBRE RACE FOR THE CURE, VI ASPETTIAMO A BRESCIA!'' Clara Polato dell'associazione Donna per Donna assieme al dottor Stefano Mutti a TempoRadio Il 6, 7 ed 8 ottobre, a Brescia si terrà Race for the Cure, manifestazione ricca di eventi, voluta e organizzata dalla Susan Komen, durante la quale, tutte le donne e i loro accompagnatori, potranno confrontarsi sulla propria esperienza di malattia alla mammella e sostenersi a vicenda. Scopo dell'appuntamento è quello di raccogliere fondi, che andranno a finanziare ricerca e borse di studio e proprio ad associazioni di volontariato, che si occupano del problema, come appunto Donna per Donna, realtà che, facendo da ponte tra paziente e medico, si occupa di donne che abbiano, abbiano avuto o possano avere, problemi di tumore al seno. Clara Polato, esponente di questa realtà, invita tutte le ascoltatrici e gli ascoltatori a partecipare all'evento bresciano, come pure a tutti quelli promossi dalla stessa Donna per Donna. ''Il ricavato andrà per il settanta per cento a organizzazioni lombarde''' assicura il dottor Mutti, chirurgo ed oncologo della Poliambulanza di Brescia. Nel corso della trasmissione il medico specialista elargisce consigli agli ascoltatori, spiegando quanto sia importante la prevenzione, perchè oggi, ''il tumore alla mammella è uno di quelli più facili da curare e guarire, se preso per tempo''. Concludendo, Clara Polato informa di tante iniziative di Donna per Donna, tra le quali anche il corso di ginnastica dolce, per chi è stata operata e invita ad informarsi sul sito internet o a chiamare il numero 338 5890225. Clara Polato dell'associazione Donna per Donna assieme al dottor Stefano Mutti a TempoRadio Il 6, 7 ed 8 ottobre, a Brescia si terrà Race for the Cure, manifestazione ricca di eventi, voluta e organizzata dalla Susan Komen, durante la quale, tutte le donne e i loro accompagnatori, potranno confrontarsi sulla propria esperienza di malattia alla mammella e sostenersi a vicenda. Scopo dell'appuntamento è quello di raccogliere fondi, che andranno a finanziare ricerca e borse di studio e proprio ad associazioni di volontariato, che si occupano del problema, come appunto Donna per Donna, realtà che, facendo da ponte tra paziente e medico, si occupa di donne che abbiano, abbiano avuto o possano avere, problemi di tumore al seno. Clara Polato, esponente di questa realtà, invita tutte le ascoltatrici e gli ascoltatori a partecipare all'evento bresciano, come pure a tutti quelli promossi dalla stessa Donna per Donna. ''Il ricavato andrà per il settanta per cento a organizzazioni lombarde''' assicura il dottor Mutti, chirurgo ed oncologo della Poliambulanza di Brescia. Nel corso della trasmissione il medico specialista elargisce consigli agli ascoltatori, spiegando quanto sia importante la prevenzione, perchè oggi, ''il tumore alla mammella è uno di quelli più facili da curare e guarire, se preso per tempo''. Concludendo, Clara Polato informa di tante iniziative di Donna per Donna, tra le quali anche il corso di ginnastica dolce, per chi è stata operata e invita ad informarsi sul sito internet o a chiamare il numero 338 5890225. https://s3-eu-west-1.amazonaws.com/temporadio/filo+diretto/2017+SETTEMBRE/1309Donna.mp3 no Wed, 13 Sep 2017 14:57:39 +0200 ELISA GOVI ''APINDUSTRIA, UN'ASSOCIAZIONE DI IMPRENDITORI, PER GLI IMPRENDITORI'' La presidente di Apindustria Mantova ai microfoni di TempoRadio Aprire un'attività, essere imprenditori, titolari di un'azienda, che sia individuale o che abbia alcuni dipendenti, non è mai stato facile, a causa della burocrazia. Con la crisi economica poi, la situazione non è certo migliorata. Il mondo in rapida evoluzione, le nuove tecnologie, i nuovi sistemi di comunicazione, la globalizzazione, rendono la vita ancora più complicata ma anche più stimolante. Per questo, se saggezza ed esperienza dei più anziani restano valori fondamentali, la capacità di adattarsi alle nuove norme, le nuove idee, l'intraprendenza dei giovani, diventano sempre più spesso, armi vincenti per chi vuole essere imprenditore. ''Per questo Apindustria Mantova agisce. Vogliamo aiutare chiunque sia titolare di un'attività, a proseguire. L'associazione si propone di assistere in vari modi l'imprenditore, nel rapportarsi con banche ed assicurazioni, nell'affrontare le nuove disposizioni, con lo scopo di metterlo nelle condizioni di realizzare le idee. Ci sono giovani che hanno progetti fantastici ma -non nascondiamoci dietro un dito- senza aiuti, da soli, non si fa nulla''. Questo, in estrema sintesi, il pensiero espresso da Elisa Govi, presidente di Apindustria Mantova, nel raccontare la natura dell'associazione che riunisce moltissime piccole e medie imprese, da quelle individuali fino ad aziende più grandi, anche con un centinaio di dipendenti. ''Vogliamo fare rete, perchè non è vero che la piccola realtà non ha forza politica. La cosa importante è muoverci compatti'' spiega la presidente, aggiungendo che l'organizzazione infatti, nasce proprio come sindacato del titolare di attività. Parla del percorso Itaca, che si propone di creare una cultura finanziaria, per aiutare l'imprenditore a rapportarsi con le banche. Concludendo, dopo avere risposto ai tanti ascoltatori e assicurato che Apindustria accoglie qualsiasi tipo di impresa, invita tutti ad informarsi presso la sede di via Ilaria Alpi, a Mantova o a telefonare al numero 0376 221823. La presidente di Apindustria Mantova ai microfoni di TempoRadio Aprire un'attività, essere imprenditori, titolari di un'azienda, che sia individuale o che abbia alcuni dipendenti, non è mai stato facile, a causa della burocrazia. Con la crisi economica poi, la situazione non è certo migliorata. Il mondo in rapida evoluzione, le nuove tecnologie, i nuovi sistemi di comunicazione, la globalizzazione, rendono la vita ancora più complicata ma anche più stimolante. Per questo, se saggezza ed esperienza dei più anziani restano valori fondamentali, la capacità di adattarsi alle nuove norme, le nuove idee, l'intraprendenza dei giovani, diventano sempre più spesso, armi vincenti per chi vuole essere imprenditore. ''Per questo Apindustria Mantova agisce. Vogliamo aiutare chiunque sia titolare di un'attività, a proseguire. L'associazione si propone di assistere in vari modi l'imprenditore, nel rapportarsi con banche ed assicurazioni, nell'affrontare le nuove disposizioni, con lo scopo di metterlo nelle condizioni di realizzare le idee. Ci sono giovani che hanno progetti fantastici ma -non nascondiamoci dietro un dito- senza aiuti, da soli, non si fa nulla''. Questo, in estrema sintesi, il pensiero espresso da Elisa Govi, presidente di Apindustria Mantova, nel raccontare la natura dell'associazione che riunisce moltissime piccole e medie imprese, da quelle individuali fino ad aziende più grandi, anche con un centinaio di dipendenti. ''Vogliamo fare rete, perchè non è vero che la piccola realtà non ha forza politica. La cosa importante è muoverci compatti'' spiega la presidente, aggiungendo che l'organizzazione infatti, nasce proprio come sindacato del titolare di attività. Parla del percorso Itaca, che si propone di creare una cultura finanziaria, per aiutare l'imprenditore a rapportarsi con le banche. Concludendo, dopo avere risposto ai tanti ascoltatori e assicurato che Apindustria accoglie qualsiasi tipo di impresa, invita tutti ad informarsi presso la sede di via Ilaria Alpi, a Mantova o a telefonare al numero 0376 221823. https://s3-eu-west-1.amazonaws.com/temporadio/filo+diretto/2017+SETTEMBRE/1209Govi.mp3 no Tue, 12 Sep 2017 14:05:01 +0200