ALESSANDRO GALLESI: ''RILANCIO DEL MADE IN ITALY, SERVONO ETICHETTE PRECISE E CONTROLLI SERRATI''

17 Luglio 2017
K2_ITEM_AUTHOR 

Il presidente di Adici ospite a TempoRadio

In base agli studi sui cosiddetti millenials, coloro che sono diventati consumatori coscienti di esserlo, dopo l'arrivo del 2000, si è scoperto che, a differenza delle generazioni precedenti, leggono le etichette, quando comprano. Vero però è che, per una parte di loro, il made in Italy non rappresenta più una motivazione valida, per scegliere un prodotto. Questo perchè ritengono che altri Paesi abbiano acquisito le conoscenze nostre e meritino altrettanta fiducia.

Alla luce di questi dati, credo che l'etichetta del futuro debba diventare sempre più precisa, arrivando a raccontare la storia di quello che si acquista''. Alessandro Gallesi, presidente di Adici, associazione che riunisce produttori della calza, esprime un cauto ottimismo, parlando dell'andamento del mercato. E' però urgente ribadire che ciò che è prodotto in Italia, è effettivamente fatto meglio, segue infatti norme igieniche e sanitarie più rigide ed è, in assoluto, qualcosa di più sicuro. Per fare questo, dice Alessandro Gallesi, sarà necessario che si facciano controlli molto più puntuali, a differenza di quanto accade oggi, periodo durante il quale, le ispezioni sono ''molto blande''. ''Serve non uno stato di Polizia ma una serie di giusti controlli'' dice il presidente, ricordando che il quarantacinque per cento del mercato, è rappresentato da quello interno e che se si recuperasse questo, la cosa darebbe un grandissimo aiuto ai produttori.

Media

Lascia il tuo commento


logo il gazzettino nuovo
Settimanale di informazione per le province di Mantova e Brescia dal 1987

 


In onda dal 1977

 

Editore: RADAR SRL
46043 Castiglione delle Stiviere (Mantova)
via Marconi, 2 - tel. +39 0376 631709
info@ilgazzettinonuovo.it - PEC: radar@registerpec.it
P.Iva e Iscrizione Registro Imprese 01512920206

capitale sociale € 24.500 i.v. - REA.: MN163599

I diritti delle immagini e dei testi sono riservati.
È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.

Questo sito utilizza cookie di profilazione [propri e di altri siti] per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze…Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Cookie policy. Accetto i cookie da questo sito. Accetto