TIMBRAVA IL CARTELLINO E POI SE NE ANDAVA: LA CORTE D'APPELLO RIDUCE LA CONDANNA

18 Ottobre 2017
K2_ITEM_AUTHOR 

Il Tribunale di primo grado aveva condannato il dipendente della farmacia del Carlo Poma di Mantova a due anni di reclusione. L'accusa nei suoi confronti era di truffa aggravata. Numerose volte infatti, come era stato accertato, aveva timbrato il cartellino per poi non andare a lavorare.

La Corte d'Appello di Brescia ha ridotto la pena ad un anno, un mese e diciotto giorni, per una parziale prescrizione dei reati, commessi tra il 2009 ed il 2014. Più volte era stato visto a passeggio per Mantova, durante l'orario lavorativo.

Lascia il tuo commento


logo il gazzettino nuovo
Settimanale di informazione per le province di Mantova e Brescia dal 1987

 


In onda dal 1977

 

Editore: RADAR SRL
46043 Castiglione delle Stiviere (Mantova)
via Marconi, 2 - tel. +39 0376 631709
info@ilgazzettinonuovo.it - PEC: radar@registerpec.it
P.Iva e Iscrizione Registro Imprese 01512920206

capitale sociale € 24.500 i.v. - REA.: MN163599

I diritti delle immagini e dei testi sono riservati.
È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.

Questo sito utilizza cookie di profilazione [propri e di altri siti] per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze…Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Cookie policy. Accetto i cookie da questo sito. Accetto
Threesome