Shares
02:25:15
21 Feb

CALCINATO: L’AMMINISTRAZIONE COMUNALE DELIBERA IL BILANCIO DI PREVISIONE 2018

Gen 18, 2018

L’assessore Giacomo Savoldi: “In questi anni, fatti corposi sacrifici”

Il comune di Calcinato ha deliberato il bilancio di previsione 2018. L’assessore Giacomo Savoldi nella premessa spiega: “A seguito di minori trasferimenti e aumenti di spesa ordinaria ci siamo trovati, dal 2014, a dover recuperare risorse per un totale di circa 2 milioni di euro e cioè circa 500 mila euro all’anno, che su 9 milioni di parte corrente è il 22% ed è quasi l’importo totale dell’Imu. In questi anni sono stati fatti numerosi sacrifici che hanno ridotto al minimo le possibilità di ulteriore riduzione della spesa corrente in conseguenza anche all’impossibilità di aumentare le aliquote Imu e Tasi. Se le tasse non si possono aumentare bisogna obbligatoriamente agire sulla spesa per poter ritrovare l’equilibrio, ed è il lavoro fatto in questi ultimi esercizi. Riguardo all’addizionale comunale, la percentuale rimane all’8% e fornisce un gettito di 1 milione e 235 mila euro, la stessa cifra del 2016-17. Quanto all’Imu è confermata l’aliquota del 2 per cento per l’abitazione principale nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9 e relative pertinenze, mentre per tutti gli altri immobili, aree edificabili e terreni agricoli, l’aliquota è del 9,6 per cento con la detrazione di 200 euro per categoria A/1-A/8- A/9 adibita ad abitazione principale. Il gettito lordo è di circa 2 milioni e 800 mila euro da cui vanno tolti i 442 mila euro che lo Stato trattiene per alimentare il fondo di solidarietà. Pertanto il gettito netto previsto e utilizzabile a bilancio è confermato a 2 milioni e 400 mila euro.” “Riguardo alla Tari” – continua Savoldi -, “a bilancio è stata stanziata la somma prevista per il 2017 dato che non c’è ancora il piano finanziario 2018. Poco cambia e cambierà sotto l’aspetto contabile dato che la Tari è una tariffa che si “paga da sola” e quindi, quando approveremo il piano finanziario tra qualche mese, varieremo contabilmente l’importo in entrata e in uscita. Al momento sono indicati 1 milione e 460 mila euro. In merito alla Tasi, il gettito 2018 è stimato sui 130 mila euro.” Altre destinazioni: ai servizi indivisibili vanno 40 mila euro per la sicurezza e la vigilanza, 80 mila per la manutenzione stradale e 10 mila per il verde pubblico, importi che non sono il costo totale dei servizi, ma la quota coperta dalla Tasi.

Lascia un Commento

Articoli più cliccati della categoria