Shares
07:59:10
21 Gen

BOLOGNA OFFRE : MEXICO. LA MOSTRA SOSPESA DI OROZCO, RIVERA E SIQUEIROS

Gen 13, 2018

A Palazzo Fava di Bologna è stata allestita una mostra “rivoluzionaria”, poiché sono esposte opere di pittori di rilievo che occuparono tanto spazio nella cultura e nella politica messicana e internazionale. La loro singolare arte rappresenta l’eccellenza della pittura “murales” e risulta una delle correnti più importanti del XX secolo riconosciuta patrimonio nazionale messicano.
La rassegna ha un suo particolare iter storico, poiché doveva essere inaugurata il 13 settembre del 1973 a Santiago del Cile. Secondo la sua particolare tematica voleva essere una testimonianza di solidarietà e amicizia da parte di una nazione vicina come il Messico, arrivata alla democrazia dopo una rivoluzione sanguinosa, sostenuta da una nuova forma di espressione artistica popolare fondata sull’idea post romantica della libertà, che si era espressa e quasi documentata nella spettacolare veste dei “Murales”. Ma due giorni prima il generale Augusto Pinochet ruppe gli indugi ed effettuò il golpe che lo mantenne al potere, nella veste di sanguinario dittatore, nei 17 anni successivi.
E così i quadri di di Josè Clemente Orozco (1883-1949), Diego Rivera (1886-1957), noto marito di Frida Kahlo, e Alfaro Siqueiros (1896-1974) sono stati imballati in fretta e furia e imbarcati su un aereo insieme alla vedova e i figli dell’ex presidente Salvator Allende. Le opere salvate dal rischio distruzione rimasero di proprietà di Alvar Cirillo Gil e di sua moglie Carmen Tejero.
Da allora il nucleo inedito di quadri diventarono un “mostra sospesa” e finirono nei depositi di un museo messicano di Veracruz. Solo di recente sono stati esposti nel 2015 in Cile, nel 2016 in Argentina, nei primi mesi del 2017 in Perù ed ora per la prima volta in Europa esposti a Palazzo Fava di Bologna. Termina così il forzato esilio della “ mostra oscurata e sospesa”
La mostra felsinea espone un numero consistente di olii, disegni, notiziari giornalistici e vari documenti che riguardano il suo primo tormentato allestimento di “mostra sospesa” che finiscono per essere un ripensamento di alto contenuto politico e veri emblemi della modernità messicana nel mondo. Alle opere esposte si affianca un ampia e suggestiva documentazione dei murales originali, realizzata con le moderne tecnologie di video animazione che consentono di ammirare e localizzare le rappresentazioni artistica di eventi rivoluzionari sparsi nelle varie città del Messico.
Quella di Bologna è una testimonianza artistica che fa meditare e riflettere. Da questa sua particolare tematica si può facilmente evincere come il sereno e pacificante linguaggio dell’arte possa essere spento dal fragore delle armi.

Lascia un Commento

Potresti essere interessato a

A DESENZANO DEL GARDA INIZIATIVE ARTISTICHE PER GRANDI E PICCINI
Arte e Cultura, Desenzano, Eventi
shares

A DESENZANO DEL GARDA INIZIATIVE ARTISTICHE PER GRANDI E PICCINI

Gen 20, 2018

In programma gli incontri con gli autori e il teatro per bambini E’ cominciato il nuovo anno e fioccano gli eventi a Desenzano…

ARTE RIBELLE. INTERESSANTI OPERE DALLA COLLEZIONE CESARE MARRACCINI
Arte e Cultura, Eventi
shares

ARTE RIBELLE. INTERESSANTI OPERE DALLA COLLEZIONE CESARE MARRACCINI

Gen 20, 2018

A Fano (Pesaro) fino al 25 febbraio 2018 A quasi cinquant’anni dalla data simbolo del “Sessantotto” è forse giusto e storicamente importante rivisitare…

A GHEDI 2 EVENTI SUL CYBER BULLISMO IL 24 E IL 31 GENNAIO
Senza categoria
shares

A GHEDI 2 EVENTI SUL CYBER BULLISMO IL 24 E IL 31 GENNAIO

Gen 19, 2018

“Cyber bullismo: disagio giovanile” è il titolo di due serate che si svolgeranno nella sala consigliare del Comune di Ghedi. Un’iniziativa che si…

Articoli più cliccati della categoria